L’Abito da Sposa di mia sorella Elisa, una grande Responsabilità e un’immensa Emozione!

Vi avevo dato tempo fa appuntamento a questo post ma non ho mai iniziato a scriverlo, sia perchè non avevo ancora reperito tutte le foto, sia perchè doveva arrivare il giusto momento emotivo per poterlo scrivere. Volevo prendermi tempo per non scrivere qualcosa di freddo, veloce e banale, ed ecco che quel momento è arrivato. Complice inoltre anche l’aria natalizia che rende tutti un pò più nostalgici ed emotivamente coinvolti. Non che ce n’era di bisogno, di per se questo avvenimento è stato per me qualcosa di emotivamente molto forte.

Dal momento in cui mia sorella ha annunciato la data delle nozze io ho sempre sperato che mi chiedesse di disegnarle l’abito, e il tutto è nato in maniera abbastanza spontanea. Nella nostra famiglia siamo abituati spesso ad optare per l’abbigliamento sartoriale per le grandi occasioni. Mia madre fin da quando eravamo piccolini confezionava abiti per noi, nonostante non era il suo lavoro, così come in età avanzata c’è stato il culto dell’abito personalizzato. Lei di fatti mi ha tramandato questa grande passione e sono io ora che mi occupo di consigli di stile nella mia famiglia. Ma tornando a mia sorella, lei ha sempre chiesto consiglio a me per quanto riguarda l’abbigliamento, quindi non poteva non essere altrimenti, ecco perchè dico che la cosa è venuta da sè. Ho detto prima che speravo sì che me lo chiedesse, ma in cuor mio sapevo anche che la responsabilità sarebbe stata tanta. Del resto un abito da sposa non è qualcosa di semplice da realizzare. E’ quell’abito che devi indossare una sola volta nella vita, e che devi ricordare per sempre, deve parlare di te a tutti gli effetti e deve essere appropriato per chi lo indossa. Un abito non semplice per tutte da portare, e non semplice da disegnare. Ovviamente io conosco molto bene mia sorella, conosco le sue insicurezze, e i suoi punti di forza e sono stati questi i punti da cui partire, per poter poi trasferirli sull’abito. L’ispirazione poi è venuta da se, ovviamente concorde con la volontà di mia sorella, quella di un abito che ti faccia sembrare un pò principessa, un pò quello che tutte le donne sognano di essere il giorno del loro matrimonio. Puoi essere rock, dolce, tenace, incazzata, il giorno del matrimonio chiunque vuole sentirsi una Principessa, almeno per un giorno. Partendo dall’abito di Kate Middelton, che ultimamente ha dettato non poca tendenza in questo campo, per quanto riguarda l’impostazione generale dell’abito, quindi corpino con scollo a cuore, e gonnellone ampio con strascico, pensando anche un pò all’abito azzurro di Elsa di Frozen, per quanto riguarda la ricchezza di punti luce che ha nel corpino. Mixando questi due elementi predominanti il risultato è un abito molto semplice nella sua vestibilità, ma estremamente ricco e prezioso per i dettagli decorativi, adatto quindi alla semplicità ma anche alla raffinatezza di chi l’ha indossato. Il tessuto è un cadì di seta, color bianco naturale, a cui sono stati sovrapposti e ricamati dei rintagli di pizzo rebrodè nel corpino, con terminali stile ramage sulla parte alta del gonnellone. La scollatura è delicata sul seno ed è accompagnata da un giro manica leggermente sceso, il giusto per coprire le spalle, ma diventa più ampia nella schiena. La parte in pizzo è resa ancor più preziosa e luminosa da cristalli di rocca, tutti ricamati a mano da chi l’abito l’ha confezionato, la Signora Maria Rosaria Pastore. Nel suo Atelier (con sede a Ginosa, in provincia di Taranto) infatti ci siamo rivolti per via della conosciuta maestria nella confezione degli abiti da sposa e per la qualità dei tessuti proposti. Bisogna ringraziare soprattutto lei se il risultato dell’abito è stato quello che è stato, oltre al fatto di essere una donna molto dolce è soprattutto molto preparata e dispensatrice di ottimi consigli tecnici e di stile. Se avete intenzione di sposarvi ve la consiglio vivamente, saprà aiutarvi sicuramente.

Il risultato è stato quindi quello sperato, anche e soprattutto, per il fatto che era come mia sorella lo desiderava, e credetemi la prima prova è stata qualcosa che non dimenticherò mai, e ancor di più il giorno del matrimonio era bellissima. Non lo dico solo perchè ci unisce un legame di sangue profondo ma perchè obiettivamente lo era, così come vedrete nelle foto.

Disegnare questo abito è stato per me una sfida, ma anche un’emozione, la giusta ricompensa che merita il nostro rapporto da sempre fatto di complicità e supporto. Questo rappresenta questo abito: complicità e tanto amore.

Con affetto…Leo!

20171206_204933

Inizio del bozzetto

Abito Elisa def 1

© Leonardo D’Anzi Fashion Designer

ab

© Leonardo D’Anzi Fashion Designer

20171206_203514

© Photo credit: Enzo Recchia Ph

20171206_203817

Focus su pizzo rebrodé e cristalli di rocca

DSC_1652

© Photo credit: Enzo Recchia Ph

DSC_1660

© Photo credit: Enzo Recchia Ph

20171206_204841

© Photo credit: Enzo Recchia Ph

20171206_203935

© Photo credit: Enzo Recchia Ph

20171206_203624-01

Io con mia sorella Elisa

20171206_211754-01

© Photo credit: Enzo Recchia Ph

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...